Parks.it Homepage

Aree Protette del Po e della Collina Torinese

www.parchipocollina.to.it

The Fountain of the Months in Turin

La Fontana dei Mesi al Valentino
La Fontana dei Mesi al Valentino
La Fontana dei Mesi al Valentino
La Fontana dei Mesi al Valentino

Rocaille nostalgia and Liberty ideas

La Fontana dei Mesi è una delle poche testimonianze che rimane di quell'effimero "paese delle meraviglie" progettato da Carlo Ceppi, Costantino Gilodi e Giacomo Salvatori per l'Esposizione Generale Italiana che si tenne a Torino nel 1898, in occasione del cinquantenario dello Statuto Albertino. La fontana è composta da una grande vasca inclinata ovale, in cui precipita una spumeggiante cascata. La vasca è sovrastata da una terrazza, anch'essa ellittica, su cui poggiano quattro gruppi di statue maggiori che raffigurano i fiumi che bagnano Torino:

  1. La Stura, con i tre nudi femminili che scherzano intorno a una ruota di mulino con reti da pesca sullo zoccolo
  2. il Po, dalla gigantesca figura barbuta
  3. la Dora, rappresentata da una pastorella con la cuffia ornata di margherite e che con la mano destra disseta un ariete, mentre un giovinetto suona la zampogna
  4. il Sangone, rappresentato dal genio del fiume, che sorride spiando una coppia di amanti, mentre si abbeverano alle sue acque.

I quattro gruppi statuari appena descritti sono, rispettivamente, opera degli scultori Luigi Contratti, Edoardo Rubino, Giacomo Cometti, Cesare Reduzzi.
Lo specchio d'acqua è circondato da una balaustra arricchita da statue allegoriche dei dodici mesi.
Originariamente nel bacino si trovavano anche altri gruppi statuari andati perduti: la sirena tirata da tre cigni, i putti, chiamati La Pace e La guerra e il satiro portato a spalle dal Po (opere di diversa mano dovute agli scultori Vittorio Bonino, Giuseppe Cerini, Antonio Bottinelli, Casimiro Debiaggi, Biscarra, Edoardo Rubino e Francesco Sassi). Dalla forma neosettecentesca, espressione di un linguaggio sospeso fra nostalgie rocaille e spunti liberty, con allusioni e citazioni della fontana della Villa della Regina a Torino, ma realizzata in cemento, la Fontana dei Mesi era uno scenario ideale per incantare il visitatore dell'Esposizione Generale Italiana, calandolo in una dimensione atemporale e fantastica. Nel periodo dell'Esposizione, durante la notte la fontana veniva illuminata da fasci di luce multicolori, che sottolineavano le linee sinuose dell'architettura ed i gruppi statuari posti sulla terrazza della vasca.
La Fontana dei Mesi si trova nell'estremità meridionale del Parco del Valentino, a sud del Borgo Medievale, a pochi metri dal Po e dunque dentro i confini del Parco Fluviale del Po Torinese.

Location: Torino (TO) Region: Piedmont


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2014 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese - p. iva 06398410016