Vai alla home di Parks.it

Il Cammino delle Colline del Po: parte il progetto PSR 2014-2020

All'avvio i lavori della Cabina di Regia per la preparazione del Piano sulla misura 7.5. Aggiornamenti.

(Moncalieri, 04 Nov 15) Oggi si è tenuto l'incontro del territorio della Città metropolitana con Regione Piemonte dove sono stati illustrati i contenuti delle misure del Piano di Sviluppo Rurale sul tema dei sentieri e il Parco ha ilustrato ilgrand elavoro svolto già dal 2014.

La strategia di valorizzazione territoriale su area vasta avviata nel 2012 dall'Ente di Gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese attraverso la registrazione e promozione del Marchio CollinaPo si è articolata su alcuni importanti progettualità che hanno permesso la costruzione di una rete territoriale di connessione tra gli spazi dell'uomo e quelli della natura:

-- il Cammino delle Colline del Po, una rete escursionistica che corre sulla cresta collinare spartiacque tra Moncalieri e Casale Monferrato (114 km) e si innerva sulle principali cittadine di pianura di accesso (Chivasso, Chieri, San Mauro, Torino, Verrua Savoia, Castelnuovo Don Bosco)

-- la rete dei sentieri, un progetto di promozione capillare del territorio della Collina Torinese e dell'Alto Astigiano attraverso la valorizzazione della rete dei percorsi escursionistici minori, ricercando itinerari locali tematici per un turismo culturale ed eno-gastronomico

-- la candidatura a Riserva della Biosfera Mab Unesco, il progetto più ambizioso per una riconoscibilità internazionale del nostro territorio, inimmaginabile nel 2012, materializzabile a fine mese con la consegna del dossier

Queste progettualità di area vasta hanno reso necessario sperimentare nuove relazioni tra gli enti territoriali con la condivisione di protocolli e convenzioni e con la ricerca di nuovi modelli di governance e di coordinamento. La sottoscrizione dei due protocolli di convenzione sui sentieri ha coinvolto in totale 56 amministrazioni comunali unendo la Collina Torinese, l'Alto Astigiano e il Monferrato Casalese su un'unica progettualità, itinerario oggi già riconosciuto di rilevanza regionale.

Con l'approvazione del PSR 2014-2020 si avviano ora i lavori per la fase attuativa del programma e la sottomisura riguardante le nostre tematiche è la 7.5. "Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala".

La dotazione finanziaria del bando è di circa 11 milioni di euro con tasso di contribuzione 90%, ripartita su una doppia tipologia di intervento:

-             tipologia intervento1: potenziamento delle infrastrutture per la fruizione escursionistica, ricreativa e a servizio dell'outdoor e miglioramento della piccola ricettività per la sosta dei turisti, della segnaletica informativa e della realizzazione di centri per l'informazione, l'accoglienza e la prenotazione di servizi turistici. Limiti di spesa ammessa min.50.000,00 max 300.000,00 Euro

-             tipologia intervento 2: implementazione di sistemi informativi sulle infrastrutture incluse nella Rete escursionistica piemontese. ( RPE sistema informativo regionale sull'outdoor ) Limiti di spesa ammessa min.20.000,00 max 100.000,00 Euro.

Essendo aree eleggibili i soli comuni con territori montani e collinari classificati C e D, saranno esclusi purtroppo i comuni di Moncalieri, Torino, Chieri e Casale Monferrato per i quali si cercherà altra progettualità per sostenere la parte di rete escursionistica del Cammino delle Colline del Po ricadente all'interno dei loro territori di competenza per le quali ci faremo parte attiva per sviluppare progettualità comuni che comunque sin da ora studieremo insieme nella Cabina di Regia.

In questa fase preliminare (presumibilmente entro il mese di aprile 2016) sarà necessario, a cura di un soggetto pubblico da definire, predisporre piani organici della rete sentieristica per ogni area escursionistica individuata dalla misura in oggetto, in cui dovranno necessariamente confluire singoli progetti locali.

Nel caso dei nostri territori questa operazione ricalca quanto già fatto nel 2014 con la predisposizione e trasmissione in Regione del dossier di manifestazione di interesse per il Cammino delle Colline del Po e pertanto l'Ente di Gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese si candiderebbe come soggetto capofila di area per presentare il suddetto piano.

Nel periodo, per ora indicativo, di giugno-novembre 2016 ci sarà, dopo prima selezione, la progettazione definitiva.  Tutto il lavoro fatto è stato quindi utilissimo per essere ora già pronti a rispondere agli indirizzi dei bandi regionali.

Le finalità di questa misura per il periodo 2014-2020 sono focalizzate su una limitata infrastrutturazione lineare di itinerari escursionistici e solo se necessaria per completare opere già esistenti o finanziate nel periodo 2007-2013 (il Cammino delle Colline del Po era stato già finanziato nel tratto ricadente in provincia di Asti ed Alessandria). Saranno sicuramente più auspicati progetti mirati al supporto degli escursionisti lungo il tracciato, all'integrazione con il trasporto pubblico locale, all'interazione con l'imprenditoria agricola.

Anche l'implementazione dei servizi informativi sarà obiettivo strategico della misura per una tipologia di fruizione sempre più esigente in termini di supporti tecnici per l'organizzazione e pratica dell'escursionismo, spesso richiedente l'integrazione dell'informazione sentieristica con la rete dei beni culturali e con l'offerta eno-gastronomica locale.

Diventa dunque importante cooperare per la valorizzazione di una rete escursionistica unica, con una dimensione tale da essere proposta anche all'estero, e per la quale il calendario degli eventi sentieristici 2016 è già prima concreta attuazione.

La cabina regia sentieri è organo di riferimento straordinario in questa opera di coordinamento e cooperazione. Attraverso i prossimi incontri e in attesa della pubblicazione del bando inerente la misura in oggetto andremo a definire il piano su cui candidare il Cammino delle Colline del Po e la sua rete sentieristica al nuovo Piano di Sviluppo Rurale.

Link per scaricare i documenti di riferimento.

http://www.regione.piemonte.it/retescursionistica/cms/index.php?option=com_docman&task=cat_view&gid=110&Itemid=636

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese - p. iva 06398410016