Vai alla home di Parks.it

1° MAB Youth Forum (18-23 settembre 2017): alla Riserva della Biosfera del Delta del Po

Gli studenti del corso di laurea in Design sistemico “Aurelio Peccei” del Politecnico di Torino testimoni delle ricerche di innovazione del sito UNESCO CollinaPo.

(Moncalieri, 24 Ago 17)

Come già annunciato con la news dello scorso 5 giugno 2017, in seguito alla comunicazione di invito pervenuta all'Ente parco delle Aree protette del Po torinese, in qualità di referente del MaB CollinaPo presso il Ministero dell'Ambiente - giunta dall'Ufficio del Comitato MaB nazionale - tra poche settimane aprirà i lavori il Forum Mondiale dei Giovani MAB 2017 che si terrà dal 18 al 23 settembre 2017, presso la Riserva della Biosfera del Delta del Po.

Le cinque giornate si articoleranno in sessioni plenarie e in sessioni parallele, che verranno svolte in vari luoghi simbolici del Delta del Po, in modo da favorire il contatto e gli scambi fra i partecipanti e gli attori del territorio. Nelle sessioni verranno portati i lavori e documenti redatti negli eventi preparatori e nelle attività sviluppate in tutto il periodo in ambito universitario ed educativo.

E' la prima volta al mondo che un meeting di questo tipo si tiene,e la sua organizzazione è stata sviluppata grazie ad una idea promossa dall'Ufficio UNESCO di Venezia approvata in occasione del congresso IV mondiale delle Aree Mab tenutosi a Lima, nel quale il nostro sito UNESCO ha ricevuto il riconoscimento.

Il forum è rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, che vivono o lavorano nelle Riserve della Biosfera, studiano o conducono ricerche dedicate a questi territori. I partecipanti dovranno essere presentati dai rispettivi gestori/coordinatori delle Riserve della Biosfera, e sostenuti dai propri Comitati Nazionali per il programma MAB.

Una importante iniziativa che è stata oggetto di attenzione sin da questa primavera da parte del corso di laurea in Design sistemico del Politecnico di Torino (intitolato alla figura del fondatore del Club di Roma il torinese Aurelio Peccei) diretto dal prof. Luigi Bistagnino e dal prof. Paolo Tamborrini: infatti grazie alla candidatura di tre studenti del corso, che quest'anno ha sviluppato modelli di lavoro proprio sul territorio di CollinaPo (nell'area del Po dei laghi) , la riserva CollinaPo sarà presente con loro a testimoniare le attività svolte sul nostro territorio.

Gli organizzatori intendono promuovere la parità dei generi fra i partecipanti al Forum e, con riferimento alle tre aree tematiche principali dell'evento, saranno coinvolti in modo opportunamente bilanciato tre categorie principali di partecipanti:

Giovani attivi nella vita socio‐culturale (associazioni) del loro territorio;

Giovani impegnati in studi e ricerche collegati al loro territorio; 

Giovani attori economici della propria Riserva della Biosfera.

I partecipanti, ai quali è richiesta una buona padronanza dell'inglese, la lingua veicolare di tutte le attività del forum, dovranno provvedere a compilare il modulo di candidatura che sarà attivata nella apposita pagina web: www.unesco.org/mabyouthforum2017 e sarà necessario allegare una lettera di motivazioni ed una lettera di presentazione/supporto da parte della propria Riserva della Biosfera.

Si riporta di seguito un breve sunto dei temi affrontati durante il Forum:

LE 3 AREE TEMATICHE DEL FORUM:

1. Il contributo dei giovani alla vita delle Riserve della Biosfera

In molte parti del mondo le Riserve della Biosfera soffrono processi di invecchiamento delle loro popolazioni e di esodo delle loro fasce di età più giovani verso aree urbane e industrializzate che siano in grado di offrire loro maggiori opportunità di realizzazione personale. I giovani che vivono e operano nei territori delle Riserve della Biosfera hanno anche esigenze socio‐culturali che devono essere appagate.

2. Studi e ricerche per lo sviluppo sostenibile delle Riserve della Biosfera

Risulta ancora non del tutto facile la scelta degli studi da intraprendere per poter dare il proprio contributo al compimento degli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile (SDGs), operando in una realtà locale come quella delle Riserve della Biosfera. Il forum intende offrirsi come una piattaforma di discussione con il mondo accademico e della ricerca, in cui i giovani potranno esprimere le proprie necessità e richieste riguardanti la loro formazione.

3. Un futuro sostenibile per i giovani delle Riserve della Biosfera

Alcuni giovani hanno già intrapreso una propria attività professionale, direttamente legata alla conservazione e alla gestione del territorio delle Riserve della Biosfera (gestione delle aree protette, guida naturalistica, amministrazione e servizi, ricerca, ecc.) come anche allo sfruttamento sostenibile delle sue risorse (agricoltura, pesca, industria "verde", turismo, ecc.). Il forum intende dare voce alle loro preoccupazioni e favorire uno scambio di idee imprenditoriali.

Al termine del Forum, giovani ambasciatori MAB (idealmente uno per ogni regione del mondo) saranno incaricati di:

• rappresentare la comunità dei giovani del MAB durante il Forum dei giovani UNESCO che si terrà in occasione della prossima Conferenza Generale dell'UNESCO nel mese di ottobre 2017, a Parigi;

• presentare i risultati del forum al Consiglio Internazionale di Coordinamento del MAB (giugno 2018).

Ulteriori informazioni possono essere reperite ai seguenti link:

http://www.unesco.org/new/en/venice/about-this-office/single-view/news/2017_mab_youth_forum_committed_to_sustainable_development/

PDF http://www.unesco.org/new/fileadmin/MULTIMEDIA/FIELD/Venice/pdf/special_events/myforum2017v8light.pdf

http://www.myforum2017.com/announcement

L'Ente di gestione in quanto parte del sito UNESCO Mab CollinaPo, ha inviato tutti i Comuni appartenenti alla Riserva della Biosfera MAB CollinaPo a promuovere l'iniziativa attraverso i propri canali promozionali e a valutare il proprio interesse alla partecipazione.

 

Ippolito Ostellino

Il Prof. Luigi Bistagnino del Corso di Laurea Aurelio Peccei del Politecnico di Torino
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016