Vai alla home di Parks.it

Erbaluce di Caluso passito o Caluso passito

Erbaluce di Caluso passito o Caluso passito
Bottiglie di Passito di Caluso
Erbaluce di Caluso passito o Caluso passito
Filari di Canavese Bianco
Erbaluce di Caluso passito o Caluso passito
Bottiglie di Passito di Caluso
DOC - Denominazione di Origine Controllata


Definizione
Con le uve di Erbaluce sottoposte ad un periodo di appassimento si ottiene l'Erbaluce di Caluso passito o Caluso passito, vino di lusso avente le seguenti caratteristiche:

Vitigno Erbaluce Colore dal giallo oro all'ambrato scuro Limpidezza brillante Profumo etereo, delicato, caratteristico Sapore dolce, delicato, armonico, pieno, vellutato Servire a 16-20 °C. Come aperitivo, servire fresco di cantina sugli 8-10° Gradazione alcolica minima 13,5 gradi Invecchiamento minimo 4 anni a decorrere dal 1 novembre successivo alla vendemmia Abbinamenti Perfetto per i dolci, soprattutto torte farcite e zabaglione e paste secche

Il Caluso passito si ottiene vinificando le uve Erbaluce, con eventuali aggiunte di Bonarda locale (massimo 5%), dopo un appassimento protratto fino al primo febbraio successivo alla vendemmia. E' il risultato della vinificazione di grappoli sani accuratamente scelti e sottoposti ad un appassimento naturale, sia appendendoli singolarmente, sia ponendoli su graticci al fine di favorire l'evaporazione dell'acqua presente nell'acino e la conseguente concentrazione degli zuccheri. Il Caluso passito deve essere invecchiato almeno 4 anni, 5 anni per la menzione "Riserva". Per una migliore degustazione il bicchiere in cui servire il passito deve essere di vetro liscio e sottile, di fine cristallo, preferibilmente a calice o panciuto.

  • Zona di produzione: Il Caluso passito è prodotto con uve coltivate in una ristretta zona viticola, fra Canavese, biellese e vercellese. Fra i Comuni del Parco del Po Torinese vi sono Mazzè e Villareggia.

  • La storia: L'origine di questo vino si trova nella notte dei tempi. In origine lo si classificava tra i vini liquorosi e da dessert, oggi si tende ad accompagnarlo anche ai cibi salati e ai formaggi.
    Nel 1855 ottenne la medaglia d'oro all'esposizione di Parigi, venne premiato nel 1887 all'esposizione vaticana e in molte altre mostre internazionali.

  • Tutela legislativa: L'Erbaluce di Caluso passito è un vino a Denominazione di Origine Controllata.
I produttori segnalatiLocalità
 Azienda Vitivinicola "Le Chiusure" di Benito FavaroPiverone (TO)
 Cantina Sociale della SerraPiverone (TO)
 Azienda Agricola CieckAgliè (TO)
 Azienda Agricola Massoglia MarcoAgliè (TO)
 Azienda Vitivinicola Giovanni SilvaAgliè (TO)
 Azienda Vitivinicola Marco PiccoCaluso (TO)
 Azienda Vitivinicola "Le Baccanti" di Cazzulo F. & C.Caluso (TO)
 Azienda Vitivinicola Filiberto GnaviCaluso (TO)
 Azienda Vitivinicola Renato BiancoCaluso (TO)
 Cooperativa Produttori Erbaluce di CalusoCaluso (TO)
 Enoteca Regionale di CalusoCaluso (TO)
 Istituto Carlo UbertiniCaluso (TO)
 Azienda Vitivinicola Ferrando & C.Ivrea (TO)
 Azienda Vitivinicola Santa CleliaMazzè (TO)
 Piatti AntonellaMazzè (TO)
 Cantina Sociale del CanaveseCuceglio (TO)
 Azienda Vitivinicola CarettoSan Giorgio Canavese (TO)
 Azienda Vitivinicola OrsolaniSan Giorgio Canavese (TO)
 Azienda Agricola Pozzo GiuseppeViverone (BI)
 Enoteca Regionale della SerraRoppolo (BI)

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2014 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese - p. iva 06398410016